Komyo Reiki Do - Unione con l'Universo

Unione con l'Universo
Title
Vai ai contenuti

Komyo Reiki Do

dettaglio servizi
Cos'è Reiki

La forza vitale è calore ed energia emanata dal corpo. In India, questa forza viene chiamata Prana, in Cina Ch'i ed in Giappone Ki.
Con l'armonizzazione al Reiki, una persona acquisisce la capacità di riequilibrare il Ki: si collega all'energia universale, diventando così esso stesso un elemento che la veicola.
Reiki è la capacità di riunire la forza vitale del corpo con l'energia universale dalla quale deriva. Una volta appresa, ti basterà appoggiare le mani perchè l'energia del Reiki inizi a scorrere e cominci a riequilibrare la forza vitale di chi la riceve.
La prima sensazione sarà quella del calore, poi la distensione, ed in fine quella del sollievo. Grazie al reiki è possibile superare tutti i problemi che derivano da blocchi energetici.
Reiki è amore, non ha controindicazioni.
Reiki è amore per il proprio spirito ed il proprio corpo. Reiki è amore per chi ci circonda, agiamo positivamente sia su noi stessi che sugli altri. Reiki è amore per la natura, ci riunisce con essa.
Storia del Reiki

Mikao Usui (fondatore del Reiki) nasce nel villaggio Taniai-Mura il 15 agosto 1865. Buddista, visitò l'Europa e l'America e studiò in Cina. Sperava di avere successo nella vita, ma incontrò molte difficoltà. Depresso a causa dei diversi intoppi, Usui salì sulla sacra montagna Kurama in Kyoto (l'antica capitale giapponese) e dopo avervi meditato senza cibo per ventuno giorni, sentì all'improvviso una grande energia sopra di se, fu illuminato ed ottenne il Reiki. Inizialmente i trattamenti reiki erano su se stesso e sui membri della sua famiglia, constatandone l'immediata efficacia. Usui decise che era meglio dividere i benefici di questa tecnica con tutta la popolazione, piuttosto di utilizzarlo solo per arricchire la propria famiglia. Nel 1922, ad Aoyama, Tokyo, Mikao Usui fondò la “Usui Reiki Rioho Gakkai” per insegnare il Reiki. Arrivavano persone anche da molto lontano per potersi sottoporre ai trattamenti Reiki di Usui. Nel settembre del 1923, ci fu un grande terremoto e Mikao Usui curò e salvò molte persone. Morì il 9 marzo 1926 a Fukuyama nelle vicinanze di Hiroshima.
Tecnica del Reiki

Reiki è una disciplina molto semplice da applicare. Non servono doti personali particolari, tanto meno anni di studi. Dato che l'energia fluisce automaticamente dalle nostre mani, basterà apprendere la semplice tecnica per appoggiarle. Differenti tecniche, simboli e posizioni vengono insegnate nei livelli superiori.
Nel primo livello si imparano l'auto trattamento per il riequilibrio energetico ed il trattamento rapido per punti definiti.
Nel secondo livello sono insegnati i simboli per rafforzare il potere dell'energia reiki, per trattare disturbi precisi come: disturbi nervosi, respiratori, digestivi, circolatori, cardiovascolari, metabolici e sanguigni. oltre ad apprendere anche le tecniche per guidare l'energia indirizzandola verso luoghi lontani (trattamento a distanza).
Nel terzo livello si apprende il quarto simbolo che mette in connessione con l'Universo e da qui comincia il sentiero spirituale del Reiki.
Chiaramente più aumenta il livello di apprendimento, maggiori sono le nozioni da apprendere, ma la cosa fondamentale è che già dal primo livello, da subito, si possono avere benefici.
Il gradino d'apprendimento finale è quello del quarto livello dove si acquisisce la capacità di armonizzare al Reiki altre persone attraverso i Reiju che sono delle cerimonie in stile giapponese di armonizzazione all'energia Reiki.
Generalmente la tecnica per l'applicazione è molto semplice, l'energia scorre da tutta la mano, così è sufficiente appoggiarla aperta perché il reiki inizi ad agire.
Bisogna sempre rammentare che “più è lontano il tuo ego, meglio il reiki funziona”, ovvero che non è l'operatore reiki che decide, ma è l'energia universale che passa attraverso lui che porta beneficio.





































Testimonianze

Un ringraziamento in particolare a Tiziana perchè mi ha fatto entrare e conoscere questo mondo nuovo per me, ricco di bellissime persone buone e belle come te e tutte voi! Vi ringrazio di cuore anche per la bellissima serata di incontro Reiki di martedì sera! Vi ringrazio per l'energia che abbiamo donato quella sera a mia mamma, perchè per l'ennesima volta ho capito la potenza di guarigione che ha il Reiki, mia mamma soffre di maculopatia agli occhi e aveva una grossa macchia viola nell'occhio sinistro e ieri, il giorno dopo il trattamento, si è accorta che la macchia si è schiarita molto! Premetto che lei rischierà la vista a lungo andare e non c'è cura!... Il Reiki mi ha dimostrato che può essere un rimedio! Grazie di cuore Tiziana e anche a tutte Voi! Scusate se sono stata lunga ma volevo condividerla questa notizia di  mia mamma! Grazie!

Natascia O.

Ciao Tiziana, scusami se ti disturbo, ma ho bisogno di chiederti una cosa, perchè non riesco a darmi una spiegazione di come sia successo! In pratica ieri ero a casa di mio zio (quello di cui ti ho parlato) e mentre aspettavo che lo visitasse la dottoressa, ho raccolto e mangiato due fichi, poco dopo faccio la ceretta a mia zia e mi hanno iniziato a dare prurito le mani, poi sono diventata tutta rossa e si sono gonfiate le labbra, il viso.... tutto il corpo.....In pratica stavo avendo una reazione allergica, perchè sono atopica composita, (ma non sono mai stata allergica ai fichi) in pratica avevo un'orticaria, ma credevo che finisse lì, allora decido di andare a casa così li avevo l'antistaminico e mi sarei sgonfiata, ma mentre vado per prendere la macchina, sono peggiorata, non respiravo più, tant'è che mia madre era spaventata e una signora aveva chiamato l'ambulanza.....senti cosa mi succede? Io ero in schoc anafilattico, e lo so che quando sono così non c'è niente da fare, per sgonfiarmi, mi devono fare l'adrenalina. Mi ha preso il panico perchè l'ambulanza più vicina è a venti km, io non respiravo! Non ce l'avrei fatta! Poi all'improvviso ho sentito che la gola mi si riapriva e riuscivo di nuovo a respirare!!! Io è da ieri che ci penso e l'unica cosa che ho fatto in quel momento, mentre mi sentivo la gola chiusa, mi sono ricordata che tenevo tutte e due le mani alla gola, perchè non ho risposta, o avevo il mio angelo custode che mi ha salvato.....sono stata fortunata non lo so, ma davvero non riesco ne io ne mia mamma a capire com'è successo! Scusa il disturbo ma spero che tu possa darmi una risposta! Poi quando ci vediamo ti spiego meglio! Buon weekend!

Natascia O.
Natascia ha ricevuto l'armonizzazione al 1° livello Komyo Reiki una settimana prima di questo evento


Volevo condividere con voi questo episodio che in questi giorni ho vissuto....domenica la mia cagnolina è stata punta da un tafano sull'occhio con tanto di gonfiore esteso fino all'orecchio, non riusciva nemmeno ad prire l'occhio.....In casa non avevo niente così le ho fatto Reiki...mano sull'occhio e una sui reni, dopo mezz'ora riapriva l'occhio, altro Reiki e dopo un'ora aveva l'occhio aperto e il gonfiore quasi sparito .... altro Reiki la sera e il giorno dopo stava benissimo....

Manuela D.


Ciao Tiziana,
successivamente al 1° livello Komyo Reiki ho trattato sia me stesso che mia mamma affetta da forti dolori alle ossa e stati depressivi.
E con mia grande sorpresa mia mamma ora a distanza di qualche settimana non assume più i farmaci per i dolori e stà molto meglio anche con l'umore.
Grazie di cuore per questa opportunità.

Sergio B.


Buongiorno Tiziana,

ho fatto un trattamento Reiki ad una persona. Il risultato è stato che mi ha detto che le sembrava di volare, che non è mai stata così bene e poi mi ha abbracciata forte.

Tatiana T.


Ciao Tiziana con questa email ti riporto la mia esperienza al tuo corso di Reiki. Durante il corso Tiziana si è rivelata una bravissima insegnante, traspare passione, entusiasmo e profondo amore in ciò che fa. Sensazioni di vario genere mi hanno percorso durante il percorso donandomi una consapevolezza in più, un "potere" tra le mie mani. La sera la prima sincronicità il mio cane sta male lo devo aiutare. Gli pongo le mani accanto e in poco più di due ore dal non appoggiare la zampa a terra riesce a camminare anche se zoppicando wowww!
5 giorni dopo, il venerdì, dopo aver terminato di condurre una seduta alle vite precedenti un'altra sincronicità mia cugina mi rivela di una microfrattura al mignolo che le impedisce di piegarlo. Le pongo la mia mano sopra, sente subito 2 scosse e poi dolore. E un infinito calore. Parliamo per 10 minuti al termine della chiacchierata stiamo per uscire dal piccolo bar dove ci eravamo rifugiati e le dico: "cosa aspetti a piegare quel dito?" e con grande sorpresa sua (non mia) il dito si è piegato completamente. Io direi semplicemente Wow!!! Grazie Tiziana, non vedo l'ora di ricevere il secondo livello.

Paolo B.


Unione con l'Universo c.f. 98159220171
email: info@unioneconuniverso.it
tiziana@unioneconuniverso.it
cel. +39 328 37 95 811
Torna ai contenuti